Una regione che deve camminare

presentazione-di-cammina-molise

Presentata la XX edizione di “cammina, Molise!” nella sala del Consiglio regionale, in via IV Novembre a Campobasso

Stamattina, nella sala del Consiglio regionale, ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione di “cammina, Molise!”, la manifestazione sportivo/culturale/turistico/ambientalista, ormai alla XX edizione. Organizzata dall’Associazione culturale “La Terra” di Duronia, con il coordinamento paziente, caparbio e strategico di Giovanni Germano. Introduce il Presidente del Consiglio Vincenzo Niro con parole di grande apprezzamento per l’iniziativa che valorizza le aree interne e marginali, quelle maggiormente suggestive e identitarie del nostro territorio.
Passa la parola a Michele Petraroia, vice Presidente della Giunta regionale, che sottolinea come “cammina, Molise!” sia stata in grado, negli anni, di concertare la collaborazione fra attori pubblici e privati della nostra realtà, valorizzando contributi di studiosi come Mimmo Lucarelli scomparso due anni fa, che a “cammina, Molise!” ha contribuito validamente nell’impianto e nella gestione. Petraroia ha anche fatto menzione del prestigioso riconoscimento che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto attribuire alla manifestazione e ha invitato gli organizzatori, nella tappa di Civitanova del Sannio, a ricordare la figura di Franco Santagata, civitanovese scomparso di recente, che ha dedicato tutta la sua esistenza allo sviluppo della cooperazione e della sua cultura. E’ stata poi la volta del Consigliere delegato al Turismo Domenico Di Nunzio, che ha chiesto d’intitolare l’edizione imminente di “cammina, Molise!” a Marco Berardo, il giovane di Duronia, deceduto sulla montagna di Frosolone nel corso di un’arrampicata sulla “Morgia Quadra”.

E’ intervenuto poi Giovanni Germano, con una prolusione sulla fecondità del camminare. Percorrere a piedi un territorio – ha detto – significa conoscerlo in dettaglio, capirne i problemi, imparare le storie delle persone, dei luoghi e delle cose che vi si trovano; perciò Germano ha esortato i politici a camminare di più, ad uscire dalle stanze deputate del loro alto esercizio, per incontrare i cittadini in carne ed ossa. Il Molise ha bisogno di un turismo a sua misura, ha continuato il coordinatore generale di “cammina, Molise!”, un turismo “mitigato”, che sappia cogliere le peculiarità della nostra condizione, oltre che del nostro paesaggio. “Cammina, Molise!” è una modalità originale di concepire il cammino, rispetto ad altri cammini che si organizzano altrove; è un cammino “laico” che si differenzia dagli altri “religiosi” di altre regioni; è “estroverso e conviviale”, rispetto ad altri “introversi, intimi”, pensati su un impianto religioso o spirituale.

Proprio puntando su queste particolarità, il Dipartimento di Scienze del Turismo dell’Università del Molise diretto da Monica Meini, anche con il contributo del referente del Rettore Palmieri per la ricerca Rossano Pazzagli e con quello del responsabile dell’Osservatorio sui sistemi turistici molisani Antonio Minguzzi, sta collaborando con l’Associazione culturale “La Terra” per fare in modo che la sua iniziativa diventi replicabile nel tempo (“cammina Molise!” tutto l’anno) e trasferibile nei diversi ambiti territoriali, a cura di giovani che vogliano intraprendere professionalmente un’attività così complessa ma anche gratificante, come quella di organizzare, promuovere e gestire un pacchetto per il turismo a piedi, concepito sull’esperienza paradigmatica di “cammina, Molise!”. Germano infine, amico fraterno dei genitori di Marco Berardo suoi concittadini, ha detto che nel corso della tappa che attraverserà la montagna di Frosolone, ognuno dei marciatori, camminando in silenzio in segno di rispetto e di contrizione, lascerà un fiore ai piedi della “Morgia Quadra”, in memoria di Marco Berardo.

E’ stata quindi la volta di Claudio Di Cerbo, responsabile di “Italia Nostra” d’Isernia, che di “cammina, Molise!” traccia gli itinerari e stabilisce le tappe; ha sottolineato come questa manifestazione sia rivolta alla ricognizione e alla valorizzazione delle “testimonianze minori”, delle quali il nostro territorio è disseminato. Erano presenti anche i sindaci dei comuni che saranno toccati dalla XX edizione di “cammina, Molise!”: Camillo Santilli sindaco di Pietracupa, Luca Fatica sindaco di Oratino, Lidia Iocca sindaco di Civitanova e Margherita Brunetti, sindaco di Castropignano. Il sindaco di Duronia Michelino D’Amico ha chiesto, in osservanza del lutto della famiglia Berardo e dell’intera sua comunità, di celebrare il ventennale di “cammina, Molise!” che avrà luogo il 10 agosto a Duronia, con iniziative rispettose del dolore e della prostrazione del paese per la scomparsa del giovane e carissimo Marco. Naturalmente, il suo appello è stato accolto dai presenti.
In conclusione Domenico Di Nunzio, con un colpo di teatro fulminante, ha invitato i presenti a rendere omaggio a Costantino Adduocchio, marciatore affezionato di “cammina, Molise!” e partecipante di eccezionale riguardo della manifestazione, con le sue 86 primavere splendidamente portate.

La riunione si è sciolta con un caloroso applauso di simpatia.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password