Appello perchè l’acqua nel Molise resti pubblica

acqua bene comune

Appello della rete dei sindaci, dei sindacati, dei partiti politici, delle associazioni e movimenti alle forze politiche presenti in Consiglio Regionale del Molise sull’ACQUA BENE PUBBLICO

I sottoscrittori del presente appello ritengono fondamentale ribadire che, la nuova legge regionale sulle risorse idriche del Molise, debba soddisfare fino in fondo quello che i cittadini italiani e molisani, nel 2011, hanno ribadito attraverso i 2 quesiti referendari, ovvero, che il “bene acqua” non può essere privatizzato, non si possono ottenere da esso profitti, utili, dividendi o remunerazioni dei capitali investiti.  Partendo da questa considerazione, ribadiscono con forza la necessità che le rappresentanze politiche regionali tutte, condividano la tutela della proprietà pubblica delle sorgenti e la salvaguardia della gestione pubblica del servizio idrico integrato regionale attraverso l’affidamento diretto e senza gara, ad una società in house interamente pubblica, coinvolgendo i Comuni e l’azienda speciale Molise Acque che già oggi svolge compiti di captazione e trasporto, fino alle reti comunali dell’acqua.

Ritegono inopportuno rinviare ad una fase successiva la riforma dell’azienda speciale Molise Acque; troppe potrebbero essere le incognite di merito e di tempo che potrebbero inficiare la costituzione di un soggetto a totale gestione pubblica, aprendo quindi a gare di appalto esterne o ad eventuali commissariamenti. Non servono ulteriori strutture per realizzare una fattiva collaborazione e una gestione del servizio idrico, in grado di sostenere e recuperare capacità ed economicità, salvaguardando la forza lavoro in un’ottica di efficientamento e sviluppo del servizio pubblico. Vanno evitate duplicazioni che provocherebbero solo costi aggiuntivi che ricadrebbero sui cittadini. I debiti pregressi, le inefficienze o l’obsolescenza delle reti idriche, non possono trasformarsi in un aumento automatico delle tariffe.

A difesa dell’interesse pubblico e convinti che si possa e debba garantire per oggi e per il futuro l’universalità del diritto all’acqua, la rete dei sindaci, il sindacato, i partiti politici, le associazioni e i movimenti qui rappresentati, saranno presenti il prossimo 31 marzo dinanzi al Consiglio regionale in occasione della discussione della proposta di legge regionale sulle risorse idriche del Molise n° 136, auspicando che si arrivi ad un provvedimento chiaro e inequivocabile, basato sulla convinzione che serva anche per il futuro a difendere, in ogni sede, gli interessi e il bene comune dei molisani.

(Per aderire all’appello vedi le indicazioni in fondo alla pagina)

Campobasso 24 marzo 2017

Comune di CAMPODIPIETRA – MONTEFALCONE NEL SANNIO – ROCCAMANDOLFI – BARANELLO – SANT’ANGELO LIMOSANO – SAN FELICE DEL MOLISE – VINCHIATURO – PROVVIDENTI – VENAFRO – SALCITO – TAVERNA – MATRICE – SAN BIASE – CANTALUPO NEL SANNIO – LUCITO – CIVITANOVA DEL SANNIO – GUARDIAREGIA – PIZZONE  – ACQUAVIVA DI ISERNIA – PESCOLANCIANO – AGNONE – SANT’ELENA SANNITA – BUSSO – CERCEPICCOLA – BOIANO – TORO – CAMPOCHIARO – SAN GIOVANNI IN GALDO – MONACILIONI – TUFARA – PIETRACATELLA – MACCHIA VALFORTORE – SANT’ELIA A PIANISI

CGIL REGIONALE MOLISE – UIL MOLISE – LIBERA MOLISE – ANPI MOLISE – FORUM IN DIFESA DELLA SANITA’ PUBBLICA – ASS. PRIMA LE PERSONE – ASS.  IL BENE COMUNE  – FORUM ACQUA BENE COMUNE DI TERMOLI – ASS. PADRE GIUSEPPE TEDESCHI ONLUS – SOCIETA’ PROTEZIONE BENI CULTURALI ONLUS MOLISE – MOVIMENTO CRISTIANO SOCIALI DEL MOLISE – COMITATO MOLISANO PER IL NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE – ISERNIA DOMANI – PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA DEL MOLISE – COMITATO BENE COMUNE VENEZIALE – SINISTRA ITALIANA – PARTITO COMUNISTA ITALIANO

Per aderire all’appello telefonare a uno dei seguenti numeri:
Franco Spina – Segreteria reg. CGIL 3333968202
Giuseppe Notartomaso – Sindaco di Campodipietra 3346280181
Gigino D’Angelo – Sindaco di Montefalcone 3395637727
oppure inviare una mail a: acquapubblica@cgilmolise.it

Aggiornamento al 03-04-2017

hanno aderito all’appello anche La Fonte – Il Circolo neoilluminista ‘Donna Olimpia Frangipane’ di Castelbottaccio – Il centro studi “Amici di Gramsci” di  Campobasso – Partito Comunisti Italiani –  Adiform

1 Comment

  • Nicola lanza Reply

    27 marzo 2017 at 13:28

    In riferimento l’appello sull’acqua pubblica, essendo stato presente alla riunione del 24 c.m. fisso il punto su un probabile errore di battitura del comunicato stampa nella parte di comunicato riferito “all’affidamento diretto e senza gara, ad una società in house interamente pubblica” . NOI PENSIAMO AD AFFIDAMENTO diretto e senza gara AD AZIENDA SPECIALE. Diverse associazioni e movimenti tra cui noi, hanno sempre parlato e scritto di affidamento ad AZIENDA SPECIALE non a società in house (anche se interamente pubblica).

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password