Presentata la nuova banconota da 50 euro

Tthe new 50 euro banknote is presented at the headquarters of the European Central Bank, ECB, in Frankfurt, central Germany, Tuesday, July 5, 2016. (Frank Rumpenhorst/dpa via AP)

Questa mattina, presso la Banca d’Italia di Campobasso è stata presentata la nuova 50 euro serie “Europa”.

La nuova banconota è ancora più facile da riconoscere, con la cifra in rilievo: osservandola in controluce si possono riconoscere il ritratto di Europa, il valore numerico e una finestra; muovendola possiamo vedere la cifra brillante che cambia colore dal verde smeraldo al blu scuro, sul retro il valore compare invece scritto in maniera iridescente.
La direttrice della Filiale di Campobasso, la dottoressa Dealma Fronzi, coadiuvata dal suo staff, ha avviato una campagna per far conoscere alla cittadinanza il nuovo taglio che sarà in circolazione da quest’oggi. Particolarmente significativo ci sembra il coinvolgimento della grande distribuzione e delle scuole.
Nel salone della Banca d’Italia è stata allestita una piccola mostra con documenti d’epoca provenienti dall’archivio storico.

Francesco Montano36 Posts

Nato a Campobasso nel 1984, laurea in Antropologia Culturale alla Sapienza. Collaboratore presso la rivista: Il Bene Comune arte cultura e civiltà per il terzo millennio. Mensile di approfondimento culturale e casa editrice dal 2015 Ricerche a Lima, Roma e Campobasso Pubblicazione relativa alla ricerca a Roma Dal progetto nazionale: Ricerca per la prevenzione e lo studio dei fenomeni di aggressività e bullismo: “la visione dei mondi nell’infanzia: rappresentazioni sociali bambine correlate alla costruzione della salute”; dal titolo: Narrazioni dall’infanzia su salute, corpo e amicizia. Ricerche etnografiche in tre scuole romane. Progetto realizzato grazie al contributo economico dell’istituto Montecelio, agenzia regionale per la comunicazione e la formazione; publicato a Roma nel 2009. Presentazione relativa alla ricerca a Lima Progetto “Ananias: lotta all’abbandono scolastico mediante un programma di diagnosi e rieducazione per bambini/e con problemi di apprendimento”, realizzato dal CIES, in collaborazione con l’associazione peruviana Amigos de Villa, dipartimento di storia, culture, religioni – università degli studi di Roma “La Sapienza” e cofinanziato dal ministero Affari Esteri – DGCS e dalla regione Lazio. Roma 2012.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password