Il piacere della polemica/Aiuto, non lasciateci soli

11-dialogue-

di Giuseppe Tabasso

Caro Paolo,
Rieccoci alla replica (tua) e alla controreplica (mia). OK. Ma possiamo andare avanti a controreplicarci a vicenda?
A questa nostra singolar tenzone “Vecchio vs Giovane” io ci sto, temo molto però che finiremmo col cadere fatalmente in una spirale di onanismo verbale fine a se stesso.
Non lo dico certo per gettare la spugna. Anzi per andare avanti ma a un patto: che qualcuno si unisca a noi innanzitutto per stimolarci, azzittirci, strapazzarci e infine per prendere il nostro posto arricchendo di contenuti questa nostra polemica su come affrontare, da sinistra o da destra, una deriva gravissima di questo nostro Paese che si alimenta nel circolo vizioso dell’indifferenza, dello scetticismo, dell’astensionismo e del disimpegno.

Stiamo parlando di una polemica, mediaticamente inedita dalle nostre parti, avviata tra un giovane che sogna un triplo salto mortale: cambiare il mondo e salvare la società con romantico ”impeto e assalto” (non dico “Sturm und Drang” se no mi si prende per radical-chic). E il sottoscritto, un vegliardo illuminista, confuso e impaurito di tutto, del debito, della tecnologia, della demografia e perfino che gli tolgano la democrazia che il fascismo gli negò fino all’età di 18 anni.

Noi possiamo pure insistere a incrociare civilmente le nostre penne, ma credo di poter rivolgere anche a nome del mio giovane contendente, più che un appello, una preghiera, un caloroso invito a chiunque, a qualunque titolo, voglia aggiungersi a noi per dar voce a una propria etica della convinzione.
Anche in poche righe, magari disertando l’effimera caducità dei social.

Giuseppe Tabasso106 Posts

Nato a Campobasso nel 1926, laurea in lingua e letteratura inglese, ha iniziato la carriera giornalistica in vari periodici (Gente, L’Europeo, Radiocorriere). Inviato speciale di politica estera al GR3 della Rai, ha seguito dal 1976 i massimi eventi internazionali e 13 viaggi di Giovanni Paolo II all’estero. Ha lavorato a Strasburgo come redattore parlamentare, a New York presso la Rai Corporation, a Londra e a Colonia per le sezioni italiane della BBC e della Detuschland Funk. Pubblicazioni: Il settimanale con Nello Ajello (Ediz. Accademia, Roma 1978); Facciamo un giornale, Manuale di giornalismo per studenti, insegnanti e apprendisti comunicatori (Edizioni Tuttoscuola, Roma 2001); Il Molise, che farne? (Ed. Cultura & Sport, Campobasso 1996); per le Edizioni Il Bene Comune: Post Scriptum. Prediche di un molisano inutile (2006); Gaetano Scardocchia, La vita e gli scritti di un grande giornalista (2008), Molise, anno zero (2009) e Moliseskine (2016); per l’Editrice Filopoli, Mol(is)eskine (2013); Gli Esuli. Tra il mito di Abramo e di Ulisse (in Campobasso capoluogo del Molise, Vol. III, Palladino Editore). Ha diretto con Tarquinio Maiorino il mensile Molise (1992/3).

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password