Milonga de mis amores a Campobasso

di Francesco Montano, foto di Luigi Scirpoli

Il Duo nasce nel 2017 dalla volontà dei due musicisti Roberto Di Marzo (vibrafonista e percussionista) e Mario Muccitto (fisarmonicista, bandoneonista e compositore) di unire in concerto due strumenti quali il Vibrafono e il Bandoneon e di suonare alcuni spartiti riscoperti nell’ex convento di Bonefro (CB) di Giovanni Bichisao, un musicista e compositore originario di questo paese.

La scelta dell’accostamento dei due strumenti ha un famosissimo e apprezzatissimo precedente, ovvero la collaborazione che Gary Burton (vibrafonista e jazzista) ebbe con Astor Piazzolla. Il Duo quindi propone un repertorio che varia dal Nuovo Tango di Piazzolla alle composizioni di Ennio Morricone, tornando ai Tango tradizionali di Pugliese e Gardel alle Milonga del poco conosciuto Giovanni Bichisao.

Il tema dei concerti è il viaggio e l’emigrazione. Si vuol riportare lo stile che noi italiani abbiamo contribuito a sviluppare in una terra lontana da noi, qual è l’Argentina, e contemporaneamente meditare sul bisogno dell’uomo di spostarsi anche continuando a restare aggrappato alle proprie origini.

La musica resta sempre il collante più efficace tra le culture, unisce popoli o forse ci fa ricordare che siamo sempre stati uniti.

Mario Muccitto – fisarmonica

Diplomato in fisarmonica classica, Musica Corale e Direzione di Coro al Conservatorio “Niccolò Piccinini” di Bari. Ha, inoltre, conseguito la laurea in Discipline musicali al Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia.

Ha studiato con il M° Pitocco e si è perfezionato con i più importanti didatti e concertisti di fisarmonica: Jacomucci, T. Anzellotti, A. Dmitriev, M. Bonnay, A. Semionov, M. Rantanen, L. Biondini, F. Lips, E. Spielde, G. Draugsvoll e Y. Shiskin, frequentando corsi in Italia e all’estero.

Ha partecipato, come compositore, al progetto “Plus Minus” di Stockausen, nell’ambito della manifestazione “Nuova Consonanza” in Roma e al XII Congresso mondiale di sassofono a Montreal con il brano Easy life per sax baritono.

Ha suonato in diverse formazioni: solistiche, da camera e orchestrali collaborando con diverse orchestre (L’Orchestra stabile del Molise; L’Orchestra Umberto Giordano di Foggia; La Filarmonica Marchigiana, con la quale si è esibito in un concerto trasmesso da Radio tre, la Nuova Scarlatti, l’orchestra da camera Benedetto Marcelli e La Nuova Amadeus).

Attualmente è docente di fisarmonica, musica corale e direzione di coro al Liceo Musicale “Giuseppe Maria Galanti” di Campobasso; è impegnato, inoltre, nella divulgazione del tango argentino e in particolare delle musiche di Astor Piazzola, è uno dei pochi concertisti di bandoneon diatonico in Italia.

Roberto Di Marzio – vibrafono e percussioni

Inizia a studiare la batteria all’età di 9 anni presso l’Accademia di Musica “Stradivari” di Larino (CB). Nel 2007 diventa allievo della classe di Strumenti a Percussione del M° Giulio Costanzo al conservatorio “Lorenzo Perosi” di Campobasso dove si è laureato col massimo dei voti; ha, quindi, frequentato i corsi di alta specializzazione in strumenti a percussione dell’Accademia di Santa Cecilia a Roma tenuti dal M° Edoardo Giachino.

È molto attivo nell’ambito orchestrale; partecipando ad audizioni d’orchestra è risultato idoneo in varie importanti orchestre italiane e, nel 2018, vince l’audizione per aggiunti nell’orchestra del Teatro “San Carlo” di Napoli.

Ha collaborato con l’orchestra del Teatro “San Carlo” di Napoli, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, l’orchestra del Teatro “Carlo Felice” di Genova, l’orchestra della Fondazione Toscanini di Parma e l’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia a Roma, lavorando con direttori internazionali come Zubin Mehta, John Gardiner, Antonio Pappano, Jurai Valcuha, Andrei Boreyko, John Axelrod, Kazuki Yamada, James Conlon e altri.

Nel corso degli anni ha partecipato a concerti per ensemble di percussioni e concerti in formazione da camera affrontando vari repertori contemporanei che vanno da Edgard Varese, Steve Reich a Luciano Berio. Attualmente insegna strumenti a percussione nelle istituzioni pubbliche scolastiche di primo e secondo grado.

Per informazioni sugli eventi organizzati dall’Associazione Amici della Musica Walter De Angelis scrivere a info@amicidellamusicacb.it | amicidellamusicacb@libero.it o consultare il sito dell’Associazione www.amicidellamusicacb.it o la pagina Facebook.

Francesco Montano61 Posts

Nato a Campobasso nel 1984, laurea in Antropologia Culturale alla Sapienza. Collaboratore dal 2015. Ricerche a Lima, Roma e Campobasso. Pubblicazione relativa alla ricerca a Roma per la prevenzione e lo studio dei fenomeni di aggressività e bullismo: “la visione dei mondi nell’infanzia: rappresentazioni sociali bambine correlate alla costruzione della salute”; dal titolo: Narrazioni dall’infanzia su salute, corpo e amicizia. Ricerche etnografiche in tre scuole romane. Progetto realizzato grazie al contributo economico dell’istituto Montecelio, agenzia regionale per la comunicazione e la formazione; publicato a Roma nel 2009. Presentazione relativa alla ricerca a Lima: “Ananias: lotta all’abbandono scolastico mediante un programma di diagnosi e rieducazione per bambini/e con problemi di apprendimento”, realizzato dal CIES, in collaborazione con l’associazione peruviana Amigos de Villa, dipartimento di storia, culture, religioni – università degli studi di Roma “La Sapienza” e cofinanziato dal ministero Affari Esteri – DGCS e dalla regione Lazio. Roma 2012.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password