Il Trigno: divide et impera

di Francesco Manfredi-Selvaggi È quanto fa questo fiume che si impone quale elemento centrale del paesaggio, unificando l’immagine della intera vallata. Nello stesso tempo esso costituisce il confine tra Abruzzo…

Continua...

Tufara: un territorio di triplice frontiera

di Francesco Manfredi-Selvaggi Qui c’è il confine tra Campania, Puglia e Molise, una situazione quella del limite tra tre regioni che si verifica solo in un altro caso, nel lato…

Continua...

Alberi monumentali e non

di Francesco Manfredi-Selvaggi Nel Molise vi è una grande diversità di specie arboree tra le quali vi sono individui particolarmente imponenti. Essi sono degli autentici patriarchi vegetali che nell’immaginario collettivo…

Continua...

Altilia, la forma urbis

di Francesco Manfredi-Selvaggi Apparentemente è una città costruita sulla base di un modello astratto di piano e, invece, il suo disegno deriva da una cosa molto concreta. L’impianto cruciforme non…

Continua...

I pastori di D’Annunzio e i braccianti di Jovine nel Tavoliere entrambi, in epoche diverse

di Francesco Manfredi-Selvaggi Sono 2 migrazioni diverse, avvenute in tempi diversi, la prima, quella dei transennanti è stata sostituita da quella dei mietitori di grano. 2 epopee diverse che hanno…

Continua...

Anche le terre si redimono, con la bonifica costiera non spontaneamente

di Francesco Manfredi-Selvaggi La “redenzione delle terre” fu lo slogan lanciato già alla fine dell’ ‘800, con la legge Serpieri, per promuovere la bonifica del territorio costiero. Da zona improduttiva,…

Continua...

Pagina 2 of 4

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password