Buone pratiche per il Molise degli anni venturi

il-bene-comune

Domenica 15 dicembre, il confronto fra Paolo di Laura Frattura, Presidente della Regione Molise e Sandro Del Fattore, segretario regionale della CGIL, incentrato sul modello di sviluppo per il Molise degli anni venturi, concluderà la manifestazione “Un altro Molise è possibile”, che “il Bene Comune” ha organizzato in collaborazione con il Comune di Fossalto e con la partecipazione della CGIL Molise.

Il dibattito fra Frattura e Del Fattore sarà moderato dal direttore de il Bene Comune Antonio Ruggieri ed avrà luogo con inizio alle ore 18,00, come gli altri tre che lo hanno preceduto, nel teatro “V. Alfieri” di Fossalto; sarà introdotto dalla presentazione, a cura dei protagonisti, di buone pratiche molisane che operano in settori differenti.

A cominciare dalle ore 15,00, introdotti da Dina Cardellicchio e da Paolo Di Lella de “il Bene Comune”, i protagonisti di alcune buone pratiche già in atto, le illustreranno alla platea. Per presentare le mele biologiche della “Melise” di Castel del Giudice, interverrà Giuseppe Cavaliere, agronomo e sindaco del Comune altomolisano, mentre Enrico Ricci, architetto ed imprenditore edile, presenterà “Borgotufi”, il suggestivo albergo diffuso ancora di Castel del Giudice che ha realizzato e che gestisce. Giuseppe Pirro, enologo delle cantine Catabbo di S. Martino in Pensilis, presenterà le produzioni vinicole di qualità dell’azienda e sempre da S. Martino in Pensilis, l’imprenditore informatico Giuseppe Colucci illustrerà le soluzioni innovative della sua web factory.

Sarà presente Giovanni Germano, coordinatore ed anima di “Cammina Molise” che si trova ad un fecondo punto di svolta della sua storia ventennale. Saverio Perrella, per l’associazione Falco di Bojano, illustrerà la missione e l’operato di uno degli esempi molisani più significativi di partecipazione civica e di volontariato ambientalista. Francesco D’Imperio del gruppo Kerem di Casacalenda, che opera nell’ambito della post-produzione televisiva e dei servizi culturali di qualità, presenterà in sintesi la entusiasmante storia imprenditoriale sua e dei suoi soci, che cominciava quasi trent’anni fa e Antonio Carelli, della locale azienda apistica, parlerà delle produzioni e dei servizi di una delle aziende leader del settore.

Durante il pomeriggio, nella splendida chiesa di S. Antonio, sempre a Fossalto, sarà ancora possibile visitare la mostra “L’ultima cena”, con opere di Antonio D’Attellis e di Mario Serra, commentata da un testo scritto e detto da Antonio Ruggieri. Alla fine del confronto fra Frattura e Del Fattore, il sindaco di Fossalto Nicola Manocchio svolgerà un discorso conclusivo sull’impegnativa manifestazione e poi sarà offerto un buffet di ringraziamento a tutti gli intervenuti.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password