“cammina, Molise!”: XXIII edizione in collaborazione con l’Argentina

ioffredi argentina

Stamattina, alle 11, nella sala “Arturo Giovannitti” dell’ex GIL a Campobasso, nel corso di una lunga e articolata conferenza stampa, è stata presentata la XXIII edizione di “cammina, Molise!”. Quest’anno la manifestazione è stata organizzata in collaborazione con le associazioni dei molisani in Argentina che per quattro anni, fra mille difficoltà ma con clamoroso successo, l’hanno organizzata oltreoceano.

Conduttore della presentazione, con garbo e puntualità, è stato Giovanni Germano, che con Silvana Adducchio, Paolo Discnza e Nicola Lucarelli, costituisce la formidabile cabina di regia di una manifestazione che da oltre due decenni porta l’immagine della nostra regione nel mondo e contemporaneamente accoglie migliaia di visitatori nel Molise, portandoli a conoscere anche l’angolo più nascosto del nostro territorio. Dopo il suo asciutto intervento, Germano ha passato la parola al presidente del Consiglio regionale Vincenzo Cotugno, che ha avuto parole di apprezzamento sincero per “cammina, Molise!”, assumendosi per parte istituzionale la responsabilità di non aver fatto tutto quello che si sarebbe potuto fare a sostegno di una iniziativa di carattere culturale, che però è anche – è bene sottolinearlo – anche un prodotto turistico, un “pacchetto” come si dice in gergo, di conclamato successo.

L’incontro è stato interrotto per la gioiosa e commossa irruzione di un gruppo di argentini di Mar del Plata appena arrivati da Fiumicino per prendere parte a “cammina, Molise!”, che quest’anno vedrà la partecipazione di una settantina di argentini che si sono sobbarcati – anche questo è bene sottolinearlo – le spese onerose del viaggio. Tutti, indistintamente dall’Argentina e dall’Italia, hanno avuto parole di sincera riconoscenza per Maria Tirabasso, dell’Assessorato regionale ai Molisani nel Mondo, che con abnegazione e sensibilità feconda, ha facilitato il progetto ambiziosissimo di costruire un ponte di comunicazione e di scambio fra il Molise e l’Argentina, partendo dall’origine culturale comune. Alla conferenza stampa erano presenti i sindaci dei comuni nei quali farà tappa “cammina, Molise!” quest’anno; i sindaci, ha voluto ribadire con forza Germano, sono i protagonisti della manifestazione perché l’accompagnano, l’accolgono, la coltivano, anche durante i lunghi mesi invernali di preparazione. E’ intervenuto poi Nicola Lucarelli, figlio del compianto Domenico, che è stato un punto di riferimento culturale e morale per la gestazione di un’iniziativa così complessa e articolata come “cammina, Molise!”.

Nicola ha detto di come sia stato gradevolmente accolto nella compagine che organizza la manifestazione, mettendo a disposizione le sue relazioni nel mondo dell’industria e locale, per ottenere le sponsorizzazioni che rendono possibile la magnifica iniziativa dell’Associazione “la Terra” di Duronia. Ha preso poi la parola Armando Manzo, argentino originario di Duronia che insieme a Germano è stato uno dei protagonisti della trasferta d’oltreoceano di “cammina, Molise!”, e ha detto di come tramite questa manifestazione e col contributo dell’ENIT, che opera per sostenere il turismo italiano, il Molise può essere inserito in pacchetti turistici che potrebbero portare visitatori nella nostra regione dall’America del Sud, per diversi mesi nel corso dell’anno. E’ stata la volta poi di Nico Ioffredi, Consigliere regionale delegato alla cultura che, inopinatamente, ha voluto prendere le distanze dall’assunzione di responsabilità istituzionale dichiarata dal presidente del Consiglio Cotugno, sottolineata prontamente anche da una tempestiva nota stampa del Consigliere regionale Michele Petraroia. Dopo aver indossato con gesto guascone la maglia dell’Argentina che Manzo e i suoi compagni hanno portato in dono alle personalità invitate alla conferenza stampa, si è lasciato andare a una declaratoria di quello che avrebbe fatto la Regione Molise in ambito turistico, e per “cammina, Molise!” in particolare.

Non ha detto, ammesso che Ioffredi lo sappia, che un’ipotesi di collaborazione fra l’associazione “la Terra” e l’Università del Molise, che aveva l’obiettivo di esplodere territorialmente le potenzialità del turismo a piedi nei nostri territori, è rimasta lettera morta per l’insipiente latitanza della Regione a tutti i livelli, da Frattura a Domenico Di Nunzio, che trattandosi di turismo detiene la responsabilità più diretta e pesante. Per chiudere in bellezza, Ioffredi, ha voluto dire che l’associazione “la Terra” ha avuto modo di partecipare al bando regionale chiusosi di recente ed ha auspicato che il suo progetto, in definitiva l’edizione di quest’anno di “cammina, Molise!”, sia finanziato. Sarebbe stato davvero troppo se al sodalizio duroniese fosse stato impedito di partecipare; ma che abbia preso parte alla selezione dei progetti non sembra per parte della Regione, titolo di particolare sensibilità ed apprezzamento per un’iniziativa che si svolge da 23 anni con successo e che coinvolge l’intero nostro territorio.

L’incontro si è chiuso con i saluti del vicesindaco di Campobasso Bibiana Chierchia e di Michele Di Bartolomeo, sindaco di Ripalimosani. Nel paese limitrofo a Campobasso, in collaborazione con argentini provenienti da Rosario che proprio a Ripalimosani hanno le loro origini, la giornata conclusiva di “cammina, Molise!” sarà organizzata una milonga, un incontro per ballerini di tango, a cui prenderanno parte gli allievi ma anche i maestri delle numerose scuole di tango attive nel Molise. Infine, per consolidare il ponte di comunicazione fra il Molise e l’Argentina, è stato organizzato un torneo di calcio al quale prenderà parte anche una squadra composta da molisani che ricoprono o hanno ricoperto ruoli istituzionali nella nostra regione.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password