Politici a squola

Io non ho studiato per lavorare, tu hai studiato per non lavorare. Con inconsapevole sense of humour, l’ex senatore Razzi attacca l’ex vice presidente della Camera Di Maio: «Mi vergognerei a voler fare il leader del Paese quando lui sa l’italiano peggio di me. Almeno io ho fatto 41 anni di lavoro in Svizzera, quello quando cazzo ha lavorato?».

Dopo il licenziamento della maestra veneta che insegnava a scrivere “squola”, stiamo facendo il callo a queste raffinate polemiche tra distruttori di congiuntivi. Però anche il Molise, nel suo piccolo, può vantare in materia il suo bravo (si fa per dire) cameo politico. Leggere qualche scritto della candidata leghista Aida Romagnuolo.

Giuseppe Tabasso133 Posts

Nasce a Campobasso nel 1926, ha un nipotino, due figli e una moglie bojanese, sempre la stessa dal 1955. Da pianista dilettante formò una band con Fred Bongusto. A suo padre Lino, musicista, è dedicata una strada di Campobasso. Laureato in lingua e letteratura inglese, è giornalista professionista dal 1954. Nel 2018, per terminare la carriera dove l’ha iniziata, è passato dall’Ordine dei Giornalisti del Lazio a quello del Molise. Ha lavorato in vari quotidiani e periodici (Paese sera, Corriere lombardo, Ore 12, L’Europeo, Annabella, Gente, Radiocorriere). E’ stato inviato di politica estera per il GR3 della RAI. Ha lavorato a Strasburgo come redattore parlamentare, a New York presso la Rai Corporation, nelle sezioni italiane della BBC a Londra e della Deutschland Funk a Colonia. Pubblicazioni: Il settimanale con Nello Ajello (Ediz. Accademia, Roma 1978); Facciamo un giornale (Edizioni Tuttoscuola, Roma 2001); Il Molise, che farne? (Ed. Cultura & Sport, Campobasso 1996); Post Scriptum, Prediche di un molisano inutile (Bene Comune Edizioni 2006), Gaetano Scardocchia, La vita e gli scritti di un grande giornalista (2008), Moliseskine (Bene Comune Edizioni, 2016). Per le stesse Edizioni è in corso di pubblicazione Fare un giornale, diventare giornalisti, Manuale di giornalismo per studenti, insegnanti e apprendisti comunicatori.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password