Forum molisano per la difesa della sanità

articolo 1

di Aida Trentalance

Nella mattinata del 18 Aprile il Presidente della Giunta Regionale uscente, Paolo Di Laura Frattura ha preannunciato a “Primonumero” l’intenzione di sottoscrivere l’accordo tra Regione e Fondazione “Cattolica” per l’integrazione con l’Ospedale Cardarelli. Si tratta di un progetto sanitario di cui nessuno ha mai letto nulla, perché nulla è mai stato reso pubblico. Il Presidente, a legislatura terminata, non è nella pienezza delle sue funzioni politiche, istituzionali e amministrative, così come non lo è il Governo nazionale, depotenziati ed in carica solo per gli affari urgenti.

Con quali poteri, allora, Frattura si accinge a firmare l’accordo con una struttura sanitaria privata? Chi ha istruito gli atti? Chi ne ha deliberato l’adozione? Chi ne conosce il contenuto? Quali sono le ragioni di urgenza ed indifferibilità tali da non consentire di attendere la proclamazione del nuovo Presidente, che potrebbe anche non essere il nuovo Commissario ad acta? E i cento milioni di investimento previsti nel Decreto, sono destinati alle strutture pubbliche o all’edilizia sanitaria privata? La firma di quell’accordo sarebbe il sugello di una legislatura in cui sono state calpestate, spesso impunemente, le più elementari regole istituzionali poste a presidio del confine tra ruoli e funzioni pubbliche e interessi privati. E sarebbe anche il colpo di grazia per l’Ospedale Cardarelli, massimo presidio sanitario pubblico della regione Molise.

Il FORUM MOLISANO denuncia con forza questo ennesimo atto di prevaricazione della volontà popolare, ripetutamente espressa e manifestata; nell’imminenza del voto per il rinnovo del Governo regionale interpella con altrettanta forza tutti i Candidati alla guida del nuovo Governo regionale e chiede loro un pronunciamento chiaro ed esplicito rispetto a quanto annunciato da Paolo Di Laura Frattura.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password