In occasione del 75° anniversario dell’ANMIL una delegazione di 300 persone è stata ricevuta in vaticano dal santo padre

Incontro Mattarella 2 (Quirinale)

di Marinella de Maffutiis

A conclusione dei festeggiamenti per i 75 anni dell’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi sul Lavoro), una delegazione di circa 300 persone è stata ricevuta dal Santo Padre, nella Sala Clementina in Vaticano. Papa Francesco ha elogiato l’impegno dell’Associazione, che raccoglie oltre 320.000 iscritti in tutta Italia che rappresentano circa il 50% di tutti i titolari di rendita INAIL e le è stata istituzionalmente riconosciuta la rappresentanza della categorie delle vittime del lavoro e dei superstiti dei caduti sul lavoro.

A conferma dell’importante ruolo svolto dall’Associazione nel tessuto sociale del Paese in questi 75 anni di vita, ieri 19 settembre l’ANMIL è stata inoltre ricevuta dal Capo dello Stato. A entrambi gli incontri hanno partecipato Giovanni Padulo – Presidente ANMIL Molise – Michela Ferrazzo – Presidente Territoriale ANMIL di Campobasso e Giuseppe Gnarra – Presidente Territoriale ANMIL Isernia.

Tuttavia, non possiamo sottacere il dolore per la triste notizia del gravissimo incidente che stamattina ad Arezzo ha provocato la morte di due dipendenti, Piero Bruni di 59 anni e Filippo Bagni di 55 anni, negli uffici dell’Archivio di Stato, a causa della fuoriuscita di gas nocivo. Questa ennesima tragedia ingiustificata dimostra purtroppo quanto sia ancora lontana l’era della sicurezza negli ambienti di lavoro.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password