Rami secchi nella rete tratturale

di Francesco Manfredi-Selvaggi C’è qualche difficoltà nell’individuare il tracciato dei tratturi, dei quali alcuni, in primis il Celano – Foggia, sono meglio conservati e, quindi, riconoscibili di altri. La leggibilità…

Continua...

Un Molise formoso

di Francesco Manfredi-Selvaggi Non è che esistano più Molisi, questo è l’unico che abbiamo il quale è attraente perché ricco di forme, dalle alture montuose ai rilievi collinari. È piatto…

Continua...

Sua altezza (in senso proprio) il Matese

di Francesco Manfredi-Selvaggi Dal di fuori appare come un blocco imponente, una sorta di enorme monolite, mentre dal di dentro la vista ci rivela una pluralità di situazioni ambientali. Tra…

Continua...

Una (con) fusione tra castelli e paesaggi

di Francesco Manfredi-Selvaggi Ci sono strutture castellane che si confondono con il contesto paesaggistico fatti come sono entrambi di pietra e ci sono fortificazioni che pur distinguendosi nelle vedute panoramiche…

Continua...

Il paesaggio (costruito) ai minimi termini

di Francesco Manfredi-Selvaggi Sono le abitazioni la categoria di edificato più consistente e tra queste quelle unifamiliari che prevalgono nettamente come numero nei piccoli centri rispetto alle palazzine che invece…

Continua...

Le frane, un pericolo anche per il paesaggio

di Francesco Manfredi-Selvaggi Sia i piani paesistici che i piani di assetto idrogeologico si occupano della franosità. Con metodologie, però, differenti. I piani paesistici hanno svolto e continuano a svolgere…

Continua...

Pagina 1 of 2

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password