tour Italia 2017 della band palestinese di cornamuse Sumoud Guirab

antonietta caccia

Domenica pomeriggio 23 luglio 2017 il Circolo della zampogna ospiterà a Scapoli una tappa del tour Italia 2017 della band palestinese di cornamuse SUMOUD GUIRAB; un’iniziativa organizzata dall’associazione “Ulaia ArteSud ONLUS” con sede in Roma in collaborazione con la “Beit Atfal Summoud” che è una della più grandi ONG della Comunità Palestinese presente nei campi profughi in Libano e con il sostegno e la condivisione di diverse altre organizzazioni e istituzioni tra cui il Circolo della zampogna.

“Cornamuse di Pace” è il titolo ed anche il messaggio e l’auspicio insiti in questo secondo tour che -dopo quello del 2009- sta portando e porterà fino al 31 luglio, in diverse località del Centro e del Sud Italia, una nuova generazione di giovani musicisti (ragazzi e ragazze) provenienti dal campo profughi di Burj al Shemali, situato nel sud del Libano, a pochi chilometri dai Territori della Palestina occupata.

Ma oltre al messaggio e all’auspicio di pace, oggi più che mai necessari, nel progetto della band e del suo tour c’è anche di più ed ha a che vedere con la volontà di un popolo di non rinunciare a credere di avere un futuro. La musica, i brani e le danze che i ragazzi e le ragazze della band spesso eseguono indossando gli abiti tradizionali, con i colori della Palestina riprodotti sulla sacca o sul nastro che congiunge tra di loro i bordoni dello strumento, ci dicono che loro esistono e resistono: stranieri nel Paese che li ospita negli stessi campi profughi costruiti circa 70 anni fa per i loro avi, privati dei più elementari diritti, ma non privi di sogni, come tutti i ragazzi e le ragazze del mondo e, soprattutto, legati alla loro cultura, alle loro tradizioni, al ricordo tramandato di una terra negata.

Il loro coinvolgimento nella musica, così come in tutta una serie di altre attività che li struttura e li fortifica mentalmente – come ha precisato il fondatore della band – significa anche rendere questi giovani una preda difficile per gli appetiti estremisti. Nel suo piccolo – rispetto all’enormità della “questione” in cui questi ragazzi sono immersi – il tour 2017, al pari del precedente, va nella stessa direzione e costituisce una duplice occasione: da un lato, perché dà loro un riconoscimento internazionale sia come musicisti che come palestinesi, dall’altro perché va a colmare il loro legittimo desiderio di uscire, anche se per breve tempo, “fuori dal campo” e di vivere l’esperienza di un viaggio mai fatto, di una vacanza mai avuta.

Andarli a incontrare e ad ascoltare nelle piazze e negli altri luoghi del tour (il cui calendario completo è sul sito www.ulaia.org) è il modo semplice ed efficace per far sentire loro la nostra vicinanza e per rendere quest’esperienza ancora più ricca e stimolante dal punto di vista umano oltre che artistico. Il nostro incontro con la Sumoud Guirab a Scapoli prevede:
Dalle ore 17 circa, presso la sede del Circolo in via Kennedy, accoglienza della band con la partecipazione di Luisa Morgantini (ex vicepresidente del Parlamento Europeo). A seguire (ore 18,30-20,00 circa) sfilata della band, saluto musicale degli zampognari ed esibizione della band stessa nella piazza Btg. Alpini Piemonte.

Per la sua diffusione a livello nazionale, per il suo valore in termini di scambio culturale e di promozione della tradizione molisana legata allo strumento musicale con la sacca, l’evento è stato inserito tra le iniziative del progetto “Con la zampogna nella terra dell’orso” elaborato e presentato dal Circolo nell’ambito del bando di cui al “Patto per lo sviluppo della Regione Molise”, programma “Molise che incanta”, calendario delle esperienze culturali, sportive e turistiche di promozione del territorio regionale “Sperimenta Molise”.

Fonte Associazione Culturale “Circolo della Zampogna”

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password