Mostra fotografica “JAZZ & Co.” per i vent’anni dell’ex ONMI

di Francesco Montano

La personale itinerante di Michele Montano racconta la musica attraverso alcune delle fotografie più significative del suo archivio, in uno spazio che ha la vocazione per l’arte!

Il Centro Culturale ex ONMI opera a Campobasso da venti anni per promuovere, incentivare e sostenere la cultura in tutte le sue forme.

Era il 2001 quando l’Amministrazione Comunale decise di creare, nel centro della città capoluogo, un punto di incontro per i giovani e non solo, dando nuova vita ad un edificio realizzato negli anni Trenta, per ospitare la sezione cittadina dell’Opera Nazionale Maternità e Infanzia. Un edificio che, anche nel dopoguerra, aveva avuto la funzione di asilo infantile e che ha visto molti bambini campobassani diventare grandi.

L’idea di lasciare che l’edificio assolvesse ancora a una funzione educativa, portò alla nascita del Centro Culturale con la presenza di molte professionalità in campo artistico, che diedero vita a una scuola di musica, un cinema, una sala espositiva, uno studio di registrazione, lo sportello informativo del GAI (Giovani Artisti Italiani), un centro di ascolto e un bar come punto di incontro.

Negli anni sono cambiati alcuni dei soggetti che si occupano di animare la struttura, ma resta lo stesso impegno e la stessa vocazione per la promozione delle arti. In particolare, all’interno del Centro Culturale operano l’Associazione Musicale “Thelonious Monk”, responsabile della omonima scuola di musica, lo studio di registrazione “Monkey’s Island”, il Circolo del cinema “La grande illusione”, promotore della programmazione cinematografica della Sala Alphaville, “Malatesta Associati”, ideatori, fra l’altro, delle manifestazioni “Bicincittà” e “Draw the line”, INCAS Produzioni, attiva in campo teatrale e cinematografico, e il “Blow up Cafè”, bar che accoglie chiunque voglia avvicinarsi al Centro Culturale e alle sue attività.

Le molteplici manifestazioni promosse all’interno del Centro Culturale, sin dalla sua fondazione, sono state drasticamente interrotte dalla pandemia da Covid-19, in un primo momento a marzo e poi, nuovamente, negli ultimi mesi, tuttavia il fermento alimentato dalle singole realtà che partecipano alla struttura è sempre andato avanti.

Nella scorsa estate, grazie all’impegno dell’Associazione Malatesta, la facciata dell’edificio è stata impreziosita dal murales dello street artist Blu intitolato “Pandemia”, considerato fra i più belli del mondo; a dicembre 2020 è stata realizzata la rassegna teatrale digitale “OFF 8”, promossa da INCAS e realizzata con il contributo di tutte le associazioni del Centro; sono sempre attivi i corsi di musica alla “Thelonious Monk”, lo studio di registrazione Monkey’s Island e il Blow up Cafè, con le ovvie limitazioni imposte dalle prescrizioni vigenti.

Un nuovo progetto artistico sarà promosso dall’ex ONMI a partire dal prossimo 4 febbraio: la mostra fotografica itinerante “Jazz & Co.” del fotografo campobassano Michele Montano, in collaborazione con pinacotecadinamica e con il patrocinio del Comune di Campobasso.

Per celebrare i venti anni dell’organizzazione, si era pensato a molte attività, spettacoli e produzioni artistiche, ma si potrà operare solo in maniera ridotta e rispettando le prescrizioni che consentono solo mostre ed esposizioni: il primo evento sarà proprio la mostra del fotografo campobassano. Una mostra fotografica dal gran valore artistico e simbolico.

La ricerca di Montano e il suo studio sulla fotografia regalano all’osservatore la sua interpretazione dei musicisti ritratti, spesso individuando elementi ed espressioni inusuali nel racconto tradizionale dei concerti. Il valore simbolico è nel contrasto fra le immagini di artisti on stage, rispetto al silenzio delle scene degli ultimi mesi; ancor più significativo il fatto che si è scelto di suddividere l’esposizione fra la Sala Alphaville, normalmente usata per proiezioni cinematografiche, spettacoli teatrali e concerti, la scuola di Musica, fucina di nuovi talenti della musica dal vivo, e il bar, una delle attività più colpite, insieme al settore artistico, da questa pandemia.

La mostra “Jazz & Co.” sarà aperta tutti i giorni, ad eccezione dei sabati e delle domeniche, dal 4 febbraio al 19 febbraio dalle 16.00 alle 18.00 presso i locali del Centro Culturale ex ONMI in via Muricchio.

Francesco Montano88 Posts

Nato a Campobasso nel 1984, laurea in Antropologia Culturale alla Sapienza. Collaboratore dal 2015. Ricerche a Lima, Roma e Campobasso. Pubblicazione relativa alla ricerca a Roma per la prevenzione e lo studio dei fenomeni di aggressività e bullismo: “la visione dei mondi nell’infanzia: rappresentazioni sociali bambine correlate alla costruzione della salute”; dal titolo: Narrazioni dall’infanzia su salute, corpo e amicizia. Ricerche etnografiche in tre scuole romane. Progetto realizzato grazie al contributo economico dell’istituto Montecelio, agenzia regionale per la comunicazione e la formazione; publicato a Roma nel 2009. Presentazione relativa alla ricerca a Lima: “Ananias: lotta all’abbandono scolastico mediante un programma di diagnosi e rieducazione per bambini/e con problemi di apprendimento”, realizzato dal CIES, in collaborazione con l’associazione peruviana Amigos de Villa, dipartimento di storia, culture, religioni – università degli studi di Roma “La Sapienza” e cofinanziato dal ministero Affari Esteri – DGCS e dalla regione Lazio. Roma 2012.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password