NOTEBOOK

Il nuovo volto del feudalesimo molisano – L’ultima intervista rilasciata a PrimoPiano da Aldo Patriciello è il solito bla bla di egolatria politica. Il titolo recita: “Patriciello spiazza tutti”, ma in effetti l’europarlamentare venafrano spiazza solo se stesso e i suoi parenti nel senso che né lui né loro si candideranno alle prossime regionali. Lui perché manovra meglio facendo finta di stare a Bruxelles, Loro perché ormai i parentadi al potere fanno troppo medioevo. Note: 1) Patriciello non nomina mai il suo compagno di partito Toma; 2) A proposito della inutile sede del Molise a Bruxelles dice che è “un inno allo spreco” e che “la Regione non ci fa una bella figura”. (Della serie “Non c’ero, se c’ero dormivo”).
 Maledetto politichese – Ecco il Comunicato emanato le ultime ore del Governo Draghi: “I quattro governatori di Forza Italia – Occhiuto (Calabria), Bardi (Basilicata), Cirio (Piemonte) e Toma (Molise) – pur rilanciando il sostegno al capo del governo, non sarebbero intenzionati a firmare l’appello a favore della sua permanenza”. Cioè: sosteniamo Draghi votando contro la sua permanenza. Poi dice che a defenestrare Draghi siano stati solo i grillini.
Virgolette – “Il conflitto russo-ucraino è pura follia. Sono convinto che se ci fossero più capi di governo donne non vedremmo queste follie”. (Giuliano Amato, presidente della Corte costituzionale.)
Fake news – l tribunale distrettuale di Mosca ha condannato il consigliere municipale Alexej Gorinov per aver propagato “false informazioni definendo guerra una operazione militare speciale”. Sconterà sette anni di carcere duro. Per i colpevoli di stupro la pena massima prevista è di sei anni.
Fuck News – “Continuiamo a dirlo anche se a qualcuno dà fastidio: Fuck Putin, fuck la guerra, fanculo i dittatori. E a chi non è d’accordo: Fuck”. (Damiano e i Maneskin)
Nascere il 25 aprile – Silvia Roggiani, 38 anni, segretaria del Pd di Milano, è la più famosa procacciatrice di voti (porta a porta, volantinaggio nei mercati, gazebo, telefonate). Dice: «Sono nata il 25 aprile, il mio destino era segnato». Anche Aida Romagnuolo è nata il 25 aprile, ma per lei è solo un compleanno.

Giuseppe Tabasso266 Posts

(Campobasso 1926) ha due figli, un nipotino e una moglie bojanese, sempre la stessa dal 1955. Da pianista dilettante formò una band con Fred Bongusto. A suo padre Lino, musicista, è dedicata una strada di Campobasso. Il Molise è la sua Heimat. “Abito a Roma - dice - ma vivo in Molise”. Laureato in lingua e letteratura inglese, è giornalista professionista dal 1964. Ha iniziato in vari quotidiani e periodici (Paese sera, La Repubblica d’Italia, Annabella, Gente, L’Europeo, Radiocorriere). Inviato di politica estera per il GR3 della RAI, ha lavorato a Strasburgo e Bruxelles, a New York presso la Rai Corporation e a Londra e Colonia per le sezioni italiane della BBC e della Deutschland Funk. Pubblicazioni: Il settimanale con Nello Ajello (Ediz. Accademia, Roma 1978); Facciamo un giornale (Edizioni Tuttoscuola, Roma 2001); Il Molise, che farne? (Ed. Cultura & Sport, Campobasso 1996); per le Edizioni Bene Comune; Post Scriptum, Prediche di un molisano inutile ( 2006); Gaetano Scardocchia, La vita e gli scritti di un grande giornalista (2008); Moliseskine (2016). In corso di pubblicazione Fare un giornale, diventare giornalisti, Manuale di giornalismo per studenti, insegnanti e apprendisti comunicatori.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password