Il culo in faccia

Frattura, con i suoi spin doctors, da qualche tempo ha adottato una strategia rischiosa, ma di sicuro effetto.

E’ intitolata “il culo in faccia” ed è basata sul ribaltamento plateale, provocatorio e guascone del senso comune. Ha esordito all’indomani del pronunciamento del Consiglio di Stato che lo ha condannato a risarcire la Regione per il contributo accordato a suo tempo alla Biocom, con un comunicato d’impianto surrealista, tramite il quale il temerario presidente regionale, autolesionisticamente, si  rallegrava per l’epilogo della vicenda che lo ha visto coinvolto. Si dispiega adesso, la strategia del culo in faccia, con altrettanto impatto, all’indomani della pubblicazione del sondaggio di Index Research sul gradimento dei presidenti delle Regioni italiane da parte dei loro corregionali; Frattura è risultato penultimo (solo prima dell’impresentabile Crocetta), ma ha fatto sapere di essere soddisfatto, limitatamente (…e vorrei vedere), perché ha recuperato tre punti rispetto alla graduatoria del terzo trimestre del 2016.
Classica dichiarazione effetto dell’irradiamento della sagace e pervasiva strategia del culo in faccia.

Antonio Ruggieri63 Posts

Nato a Ferrazzano (CB) nel 1954. E’ giornalista professionista. Ha collaborato con la rete RAI del Molise. Ha coordinato la riedizione di “Viaggio in Molise” di Francesco Jovine, firmando la post—fazione dell’opera. Ha organizzato e diretto D.I.N.A. (digital is not analog), un festival internazionale dell’attivismo informatico che ha coinvolto le esperienze più interessanti dell’attivismo informatico internazionale (2002). Nel 2004, ha ideato e diretto un progetto che ha portato alla realizzazione della prima “radio on line” d’istituto; il progetto si è aggiudicato il primo premio del prestigioso concorso “centoscuole” indetto dalla Fondazione San Paolo di Torino. Ha ideato e diretto quattro edizioni dello SMOC (salone molisano della comunicazione), dal 2007 al 2011. Dal 2005 al 2009 ha diretto il quotidiano telematico Megachip.info fondato da Giulietto Chiesa. E’ stato Direttore responsabile di Cometa, trimestrale di critica della comunicazione (2009—2010). E’ Direttore responsabile del mensile culturale “il Bene Comune”, senza soluzione di continuità, dall’esordio della rivista (ottobre 2001) fino ad oggi. BIBLIOGRAFIA Il Male rosa, libro d’arte in serigrafia, (1980); Cafoni e galantuomini nel Molise fra brigantaggio e questione meridionale, edizioni Il Rinoceronte (1984); Molise contro Molise, Nocera editore (1997); I giovani e il capardozio, Nocera editore (2001).

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password