Il Bene Comune a fianco di Mimmo Lucano, sindaco di Riace

murales-riace

di redazione

Con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e di illeciti commessi nell’affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti nel suo comune, questa mattina è stato costretto agli arresti domiciliari il sindaco di Riace Mimmo Lucano. L’ordinanza emessa dal Gip di Locri su richiesta della Procura della Repubblica ha disposto anche il divieto di dimora per Tesfahun Lemlem, compagna del sindaco di Riace.
La redazione de il Bene Comune esprime la sua solidarietà militante a un sindaco che ha saputo rigenerare la sua comunità e il suo territorio con un’azione amministrativa strategica e difficilissima, diventando punto di riferimento e modello per tanti altri Amministratori locali, non solo nel nostro Paese e annuncia l’organizzazione di una campagna di informazione e di sensibilizzazione della cittadinanza su questo episodio che rappresenta in maniera esemplare il degrado culturale e umanitario propalato e gestito dal Governo di Lega e 5Stelle, col pretesto dell’immigrazione.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password