C’era una volta il Carnevale

di Francesco Vitale

Sembra ormai un tempo lontano quello in cui sui giornali o nelle televisioni locali c’era l’agenda degli eventi del giorno.
Non solo nei mesi caldi, ma anche durante l’autunno e l’inverno, erano molti gli spettacoli, i concerti, le feste pubbliche di cui si faceva promozione sulle testate giornalistiche, ma il Covid ha cancellato ormai tutto.

Un fatto che ha, indubbiamente, una ricaduta sociale rilevante, cancellando negli ultimi due anni tantissimi momenti di socializzazione e di crescita culturale.
Questa mancanza diventa ancora più evidente in questo periodo dell’anno.

Sono molti i riti pubblici legati al carnevale in Molise, dai carri allegorici di Larino alle maschere zoomorfe di Castelnuovo, Cerro al Volturno, Forlì del Sannio e di Jelsi, dal Diavolo di Tufara alla rappresentazione dei Mesi di Cercepiccola, dalla “Mascherata” di Ripalimosani alla “Pezza de casce” di Vinchiaturo. Ogni comune ha il suo carnevale, la sua storia, la sua tradizione. Feste ormai sospese da due anni e con esse lo spirito di comunità dei nostri paesi.

Altri eventi socialmente coinvolgenti sarebbero in programma per la primavera e per l’estate, come i Misteri di Campobasso, le Carresi del basso Molise e altre manifestazioni molto sentite in regione.
Gli organizzatori sono spaesati, fra limitazioni ufficiali e timore per i contagi, è sempre più complicato decidere di realizzare un evento, anche perché molte manifestazioni hanno origine lontana e prevedono necessariamente contatto fisico e assembramenti. È difficile immaginare una festa di piazza mantenendo il distanziamento!

C’è da dire che due anni di isolamento sostanziale hanno creato in tutti noi una nuova consuetudine, che non rende facilmente accettabile la partecipazione a eventi che solo due anni fa ci sembravano normali.
È arrivato il momento di lasciarci alle spalle questo brutto inizio degli anni Venti e di ripartire con gli spettacoli e gli eventi pubblici: ciascuno di noi faccia la propria parte per trovare una nuova normalità!

Francesco Vitale80 Posts

È nato a Campobasso nel 1981. Laureato in Giurisprudenza, è Consulente Finanziario dal 2006 e abilitato all’esercizio della professione forense dal 2008. Opera nel settore culturale sin da giovanissimo con la compagnia teatrale “Maschere Nude - Amici del teatro Pirandelliano” e dal 2012 si occupa di produzioni teatrali e cinematografiche con INCAS Produzioni, fondata con William Mussini e Roberto Faccenda. È autore del libro “Ciak in Molise” (ed. Gump, 2020), in cui affronta il tema delle potenzialità del settore cinematografico in Molise.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password