Campobasso: incontro con gli operatori del cinema

di Francesco Montano

Si è tenuto ieri mattina presso la Sala Convegni della Camera di Commercio di Campobasso l’incontro con gli operatori del cinema e dell’audiovisivo del Molise, promosso dalla CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola Impresa- del Molise.

In seno all’associazione di categoria, si è costituita una sezione dedicata al cinema e all’audiovisivo: una modalità organizzativa che replica quanto fatto a livello nazionale dalla CNA.

Nel corso dell’incontro, il presidente regionale di CNA Francescopaolo Oriente e il Segretario Giuseppe Trivisonno hanno manifestato grande interesse per il cinema e l’audiovisivo, evidenziando come questo settore possa avere una valenza trasversale nella crescita di molte attività dell’Artigianato e della piccola e media impresa. La vicinanza degli operatori nazionali, rappresentati dal presidente di CNA cinema e audiovisivo Gianluca Curti, è stata espressa anche dal presidente del raggruppamento della Toscana Emanuele Nespeca che, tra l’altro, ha evidenziato come la ricaduta economica sul territorio regionale dello sviluppo del cinema sarebbe certamente notevole.

In merito agli obiettivi degli operatori del cinema del Molise, il referente regionale Francesco Vitale ha presentato il documento programmatico elaborato dal primo nucleo di componenti della sezione Cinema e Audiovisivo di CNA Molise: ci si propone di stimolare la crescita e lo sviluppo delle produzioni cinematografiche sul territorio, di essere un valido e competente riferimento per le istituzioni, ma anche di contribuire a far conoscere ai molisani (e non solo) le opere audiovisive realizzate in regione.

Uno degli argomenti più significativi su cui si è sviluppato il dibattito, nel quale sono intervenuti molti operatori e referenti istituzionali, è quello della costituzione di una film commission: un elemento essenziale per poter immaginare la crescita del settore. Dalla Regione sembra esserci la seria intenzione di integrare le funzioni della Fondazione Molise Cultura per dar vita a un ufficio che possa orientare risorse verso le produzioni audiovisive. Il timore espresso dagli operatori del settore, tuttavia, è che una film commission non finalizzata, potrebbe non raggiungere effettivamente l’obiettivo che si prefigge.

Il cinema, del resto, è un mondo così complesso che va trattato in maniera autonoma rispetto alle altre attività culturali. Una ulteriore riflessione lanciata dagli operatori, anzi, è legata proprio al fatto che la produzione cinematografica dovrebbe essere inserita fra le attività da produrre non semplicemente fra le attività culturali: solo così si potrà ragionare in futuro sulla valenza economica del settore.

In sala erano presenti il Presidente della Regione Donato Toma e l’Assessore alla Cultura e al Turismo Vincenzo Cotugno, ma anche i Consiglieri Regionali Angelo Primiani, Fabio De Chirico, Gianluca Cefaratti e Vittorino Facciolla. Anche alcune delle altre principali Istituzioni territoriali hanno partecipato alla manifestazione: la Provincia di Isernia era presente nella persona del presidente Alfonso Ricci, il Comune di Campobasso con il vice sindaco e Assessore alla Cultura Paola Felice e con il Consigliere Nicola Simonetti e, a fare gli onori di casa, il Presidente della Camera di Commercio Paolo Spina.
Un’attenzione trasversale e molto sentita al tema dello sviluppo del cinema in Molise che fa ben sperare sullo sviluppo futuro del settore nella Ventesima Regione, da oggi nella consapevolezza che esiste un gruppo di operatori attivi e competenti, rappresentati da CNA.

Francesco Montano109 Posts

Nato a Campobasso nel 1984, laurea in Antropologia Culturale alla Sapienza. Collaboratore dal 2015. Ricerche a Lima, Roma e Campobasso. Pubblicazione relativa alla ricerca a Roma per la prevenzione e lo studio dei fenomeni di aggressività e bullismo: “la visione dei mondi nell’infanzia: rappresentazioni sociali bambine correlate alla costruzione della salute”; dal titolo: Narrazioni dall’infanzia su salute, corpo e amicizia. Ricerche etnografiche in tre scuole romane. Progetto realizzato grazie al contributo economico dell’istituto Montecelio, agenzia regionale per la comunicazione e la formazione; publicato a Roma nel 2009. Presentazione relativa alla ricerca a Lima: “Ananias: lotta all’abbandono scolastico mediante un programma di diagnosi e rieducazione per bambini/e con problemi di apprendimento”, realizzato dal CIES, in collaborazione con l’associazione peruviana Amigos de Villa, dipartimento di storia, culture, religioni – università degli studi di Roma “La Sapienza” e cofinanziato dal ministero Affari Esteri – DGCS e dalla regione Lazio. Roma 2012.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password