Ismaele Gatti a Campobasso

di Francesco Montano, foto di Luigi Scirpoli

Nato a Como nel 1998. Ha intrapreso gli studi di pianoforte a cinque anni; due anni dopo è stato ammesso al Conservatorio della propria città. Nel 2017 gli è stato assegnato il Premio “Franz e Maria Terraneo”, indetto dall’Associazione Giosuè Carducci di Como, in qualità di miglior diplomato comasco nell’anno accademico 2015-2016.

Nel 2019 ha conseguito il Master of Arts in Music Performance di Organo presso il Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano, presso il medesimo Istituto e con il medesimo docente ha ottenuto nel 2021 il Master of Arts in Specialized Music Performance, riservato a studenti selezionati che intendono intraprendere la carriera solistica.

Svolge un’intensa attività concertistica, che lo ha portato a esibirsi in numerose occasioni all’organo, al pianoforte e al clavicembalo in Italia e all’estero. Nel 2021 si è esibito da solista con l’Orchestra del Conservatorio della Svizzera italiana, eseguendo due concerti per organo e orchestra di Haendel. Ha collaborato con l’Orchestra della Svizzera italiana e altre istituzioni di spicco del panorama musicale internazionale. Registrazioni di suoi concerti live sono state trasmesse dalla Radiotelevisione Svizzera Italiana. Ismaele Gatti è direttore artistico della Rassegna Organistica Altolariana e della Rassegna “Giovani Musicisti in Leventina”, oltre che membro del Comitato ROSI (Rassegna Organistica della Svizzera Italiana).


Per informazioni sugli eventi organizzati dall’Associazione Amici della Musica Walter De Angelis scrivere a info@amicidellamusicacb.it | amicidellamusicacb@libero.it o consultare il sito dell’Associazione www.amicidellamusicacb.it o la pagina Facebook.

Francesco Montano187 Posts

Nato a Campobasso nel 1984, laurea in Antropologia Culturale alla Sapienza. Collaboratore dal 2015. Ricerche a Lima, Roma e Campobasso. Pubblicazione relativa alla ricerca a Roma per la prevenzione e lo studio dei fenomeni di aggressività e bullismo: “la visione dei mondi nell’infanzia: rappresentazioni sociali bambine correlate alla costruzione della salute”; dal titolo: Narrazioni dall’infanzia su salute, corpo e amicizia. Ricerche etnografiche in tre scuole romane. Progetto realizzato grazie al contributo economico dell’istituto Montecelio, agenzia regionale per la comunicazione e la formazione; pubblicato a Roma nel 2009. Presentazione relativa alla ricerca a Lima: “Ananias: lotta all’abbandono scolastico mediante un programma di diagnosi e rieducazione per bambini/e con problemi di apprendimento”, realizzato dal CIES, in collaborazione con l’associazione peruviana Amigos de Villa, dipartimento di storia, culture, religioni – università degli studi di Roma “La Sapienza” e cofinanziato dal ministero Affari Esteri – DGCS e dalla regione Lazio. Roma 2012.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password