Orchestra Antonio Vivaldi di Venezia a Campobasso

di Francesco Montano, foto di Luigi Scirpoli

Orchestra Antonio Vivaldi di Venezia

I musicisti dell’Orchestra Antonio Vivaldi di Venezia tutti solisti e vincitori di numerosi premi internazionali. È stata costituita dal violinista Guglielmo De Stasio nel 2017 per dare vita ad un gruppo d’archi di altissimo livello con l’obiettivo di far rivivere la tradizione della scuola d’archi veneta rinomata nel mondo per la sua particolare cantabilità nell’uso dell’arco.

Il gruppo si compone di prime parti provenienti dalle più prestigiose orchestre italiane quali i Solisti Veneti, il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Comunale di Bologna, i Solisti Italiani, Gli Archi della Scala; ognuno di loro, inoltre, ha arricchito la propria carriera con importanti collaborazioni con musicisti di fama internazionale come P. Vernikov, A. Meunier, K. Bogino, Harada, J. Demus, B. Belkin, F. Agostini, V. Brodski, P. De Maria, M. Sirbu, ecc.

Oltre alla carriera professionistica, i membri dell’Orchestra Antonio Vivaldi sono titolari della cattedra del proprio strumento nei più importanti Conservatori Italiani. Fra gli obiettivi dell’ensemble vi è anche l’introduzione nella carriera musicale dei giovani talenti, per i quali è prevista l’opportunità durante la stagione concertistica veneziana di affiancare i più grandi maestri.

Ha al suo attivo numerose collaborazioni con solisti ospiti di fama internazionale quali Martha Argerich, Sergej Nakariakov, S. Milenkovich, Avi Avital, Pietro De Maria, Massimo Quarta. Il repertorio dell’Orchestra è ampio e abbraccia composizioni del periodo barocco fino a quelle contemporanee, per dare la possibilità a tutti i suoi solisti di esprimere il proprio virtuosismo.

 

Domenico Nordio – direttore e violino solista

È uno degli acclamati musicisti italiani del nostro tempo. Si è esibito nelle sale più prestigiose (Carnegie Hall di New York, Salle Pleyel di Parigi, Teatro alla Scala di Milano, Barbican Center di Londra, Suntory Hall di Tokyo) e con orchestre quali la London Symphony, la National de France, l’Orchestre de la Suisse Romande, l’Orchestra Borusan di Istanbul, l’Enescu Philharmonic, la Simon Bolivar di Caracas, la Filarmonica di San Pietroburgo, la Sinfonica Nazionale della RAI.

I suoi ultimi tour internazionali lo hanno visto impegnato, tra l’altro, al Concertgebouw di Amsterdam, al Teatro Colon di Buenos Aires, alla Sala Zaryadye di Mosca, alla Guild Hall di Riga, al Zorlu Center di Istanbul, al Festival di Tbilisi, alla Filarmonica di Vilnius, al NCPA di Mumbai, nella Sala San Paolo di São Paulo, allo Shanghai City Theater, al Melbourne Recital Centre.

Allievo di Corrado Romano e di Michèle Auclair. Domenico Nordio ha vinto a sedici anni il Concorso Internazionale “Viotti” di Vercelli con il leggendario Yehudy Menuhin Presidente di Giuria. Dopo le affermazioni ai Concorsi Thibaud di Parigi, Sigall di Viña del Mar e Francescatti di Marsiglia, il Gran Premio dell’Eurovisione ottenuto nel 1988 lo ha lanciato alla carriera internazionale: Nordio è l’unico vincitore italiano nella storia del Concorso. È Artista Sony Classical e dal 2017 è Artista Residente dell’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi”.

Per informazioni sugli eventi organizzati dall’Associazione Amici della Musica Walter De Angelis scrivere a info@amicidellamusicacb.it | amicidellamusicacb@libero.it o consultare il sito dell’Associazione www.amicidellamusicacb.it o la pagina Facebook.

Francesco Montano88 Posts

Nato a Campobasso nel 1984, laurea in Antropologia Culturale alla Sapienza. Collaboratore dal 2015. Ricerche a Lima, Roma e Campobasso. Pubblicazione relativa alla ricerca a Roma per la prevenzione e lo studio dei fenomeni di aggressività e bullismo: “la visione dei mondi nell’infanzia: rappresentazioni sociali bambine correlate alla costruzione della salute”; dal titolo: Narrazioni dall’infanzia su salute, corpo e amicizia. Ricerche etnografiche in tre scuole romane. Progetto realizzato grazie al contributo economico dell’istituto Montecelio, agenzia regionale per la comunicazione e la formazione; publicato a Roma nel 2009. Presentazione relativa alla ricerca a Lima: “Ananias: lotta all’abbandono scolastico mediante un programma di diagnosi e rieducazione per bambini/e con problemi di apprendimento”, realizzato dal CIES, in collaborazione con l’associazione peruviana Amigos de Villa, dipartimento di storia, culture, religioni – università degli studi di Roma “La Sapienza” e cofinanziato dal ministero Affari Esteri – DGCS e dalla regione Lazio. Roma 2012.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password