Rachele Andrioli & Rocco Nigro a Campobasso

di Francesco Montano, foto di Luigi Scirpoli

 

Rachele Andrioli

Si misura col canto spaziando dal tradizionale al cantautorato, dalla musica delle radici salentine a quelle del mondo, dalla musica francese al jazz. Agli esordi ha collaborato per anni con il noto gruppo “Officina Zoè”, uno tra i primi e più radicali nella riproposta della tradizione musicale salentina, partecipando con loro ai più importanti festival nazionali ed internazionali.

Il suo viaggio musicale continua oggi in Europa, in India, in America, in Asia. Partecipa a diverse produzioni discografiche come ospite nel panorama salentino e non. Il suo studio, la sua ricerca ed il suo senso di appartenenza alla terra, la spingono verso la consapevolezza di un’anima latina, sperimentando le influenze moderne ed aprendosi al mediterraneo. 

Ha studiato “Canto Jazz” presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, mentre collabora con diversi progetti musicali tra cui, più recentemente Rachele Andrioli e Rocco Nigro, Opa Cupa e Giro di Banda di Cesare Dell’Anna, saltuariamente col Canzoniere Grecanico Salentino, T’Amai di Giancarlo Paglialunga con Rocco Nigro e Redi Hasa, il progetto Adria con Claudio Prima, Emanuele Coluccia, Francesco Pellizari.

 

Rocco Nigro  

Nel 2014 realizza il suo primo libro con disco Guerra, fichi e balli presso l’editore Kurumuny, un’opera dedicata a suo nonno Rocco. Sempre per l’editore Kurumuny, cura la direzione musicale e gli arrangiamenti di due opere: Voci per un presepe realizzato per il Natale 2015, un’antologia di brani che rendono omaggio alla profetica notte e Terra Pane Lavoro – Canti d’amore e di lotta, un excursus del vissuto storico legato al mondo contadino del Salento, pubblicato nel Luglio 2017.

È impegnato in attività didattiche in istituti privati nelle provincie di Lecce, Brindisi e Taranto. Dal 2014 dirige l’Orchestra popolare di Via Leuca, progetto nato nell’ambito del programma di rigenerazione urbana della città di Lecce che ha avuto come fine la creazione di un’orchestra appartenente al quartiere Leuca. Gli artisti coinvolti provengono dall’India, Kenya, Senegal, Albania, Iran.

Ha composto varie musiche per film e cortometraggi, vanta più di sessanta partecipazioni discografiche e numerose esibizioni in festival nazionali ed internazionali. Tra le collaborazioni si contano quelle con: Vinicio Capossela, Cirque du Soleil, Orchestra ICO Lecce, Cantierti teatrali Koreja, Valerio Daniele, Vito De Lorenzi, Nabil Salameh (Radiodervish), Raffaele Casarano, Marco Bardoscia, Fabrizio Saccomanno e molti altri.

                                                                                                                                                                

Per informazioni sugli eventi organizzati dall’Associazione Amici della Musica Walter De Angelis scrivere a info@amicidellamusicacb.it | amicidellamusicacb@libero.it o consultare il sito dell’Associazione www.amicidellamusicacb.it o la pagina Facebook.

Francesco Montano127 Posts

Nato a Campobasso nel 1984, laurea in Antropologia Culturale alla Sapienza. Collaboratore dal 2015. Ricerche a Lima, Roma e Campobasso. Pubblicazione relativa alla ricerca a Roma per la prevenzione e lo studio dei fenomeni di aggressività e bullismo: “la visione dei mondi nell’infanzia: rappresentazioni sociali bambine correlate alla costruzione della salute”; dal titolo: Narrazioni dall’infanzia su salute, corpo e amicizia. Ricerche etnografiche in tre scuole romane. Progetto realizzato grazie al contributo economico dell’istituto Montecelio, agenzia regionale per la comunicazione e la formazione; publicato a Roma nel 2009. Presentazione relativa alla ricerca a Lima: “Ananias: lotta all’abbandono scolastico mediante un programma di diagnosi e rieducazione per bambini/e con problemi di apprendimento”, realizzato dal CIES, in collaborazione con l’associazione peruviana Amigos de Villa, dipartimento di storia, culture, religioni – università degli studi di Roma “La Sapienza” e cofinanziato dal ministero Affari Esteri – DGCS e dalla regione Lazio. Roma 2012.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password