Storie dalla linea Gustav

di Francesco Montano

Questa mattina è stato presentato, presso l’ex GIL in Campobasso, il documentario “I racconti della memoria – la guerra, il fascismo, le Mainarde”

Il documentario “I RACCONTI DELLA MEMORIA – la guerra, il fascismo, le Mainarde”, girato per volontà dell’Amministrazione comunale di Rocchetta a Volturno in collaborazione con il Museo Internazionale delle Guerre Mondiali e realizzato dalla INCAS Produzioni, rappresenta una prima esperienza documentaristica sul territorio molisano finalizzata a raccogliere testimonianze del periodo bellico dalla viva voce di chi ha vissuto in prima persona le vicende drammatiche di quegli anni.

Lo script e le interviste sono state curate dal giornalista Andrea Succi e le ricerche storiche dall’artista di Rocchetta, Michele Peri. L’autore della INCAS, William Mussini, si è occupato della regia e del montaggio, selezionando da oltre otto ore di girato complessivo, cinquanta minuti di testimonianze intense. 
L’esperienza maturata nella realizzazione dell’opera audiovisiva ha convinto gli autori della possibilità di replicare una serie di documentari dalle stesse caratteristiche nei diversi comuni nel tratto molisano della Linea Gustav.

Il progetto documentaristico “Linea Gustav” rappresenta di fatto l’ultima occasione per consentire ai sopravvissuti al periodo bellico di poter perpetuare la memoria attraverso l’audiovisivo, anche e soprattutto per raggiungere le nuove generazioni, altrimenti ignare di ciò che i loro concittadini molisani hanno vissuto sulla propria pelle soltanto 70 anni fa. Pertanto alla proiezione della “prima puntata della serie”, in programma il giorno 11 dicembre alle 11:00 presso l’auditorium dell’Ex GIL, saranno presenti diverse classi degli istituti scolastici del Capoluogo di Regione e del Comune di Rocchetta a Volturno.
 L’obiettivo degli autori del documentario è di preservare frammenti di storia vissuta altrimenti destinati all’oblio: un riconoscimento a tutti quei molisani che hanno sofferto durante la guerra e contribuito alla rinascita negli anni a seguire del nostro Paese.

                                                                                    nell'articolo

Francesco Montano13 Posts

Nato a Campobasso nel 1984, laurea in Antropologia Culturale alla Sapienza. Collaboratore presso la rivista: Il Bene Comune arte cultura e civiltà per il terzo millennio. Mensile di approfondimento culturale e casa editrice dal 2015 Ricerche a Lima, Roma e Campobasso Pubblicazione relativa alla ricerca a Roma Dal progetto nazionale: Ricerca per la prevenzione e lo studio dei fenomeni di aggressività e bullismo: “la visione dei mondi nell’infanzia: rappresentazioni sociali bambine correlate alla costruzione della salute”; dal titolo: Narrazioni dall’infanzia su salute, corpo e amicizia. Ricerche etnografiche in tre scuole romane. Progetto realizzato grazie al contributo economico dell’istituto Montecelio, agenzia regionale per la comunicazione e la formazione; publicato a Roma nel 2009. Presentazione relativa alla ricerca a Lima Progetto “Ananias: lotta all’abbandono scolastico mediante un programma di diagnosi e rieducazione per bambini/e con problemi di apprendimento”, realizzato dal CIES, in collaborazione con l’associazione peruviana Amigos de Villa, dipartimento di storia, culture, religioni – università degli studi di Roma “La Sapienza” e cofinanziato dal ministero Affari Esteri – DGCS e dalla regione Lazio. Roma 2012.

ROCCHETTA-AL-VOLTURNO-UN-BORGO-PREZIOSO-SCELTO-DA-KIHLGREN-e1497619669414

I racconti della memoria

Luigi De Michele

I Misteri in un disegno

foto

Transumand project 2018

mostra

Lovely time

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password