L’opportunità di sviluppare il cinema in Molise

di Francesco Vitale

Si parla spesso dell’opportunità di investire per far conoscere il Molise e per sviluppare il movimento turistico molisano. Una strada non agevole e che comunque richiede azioni complesse e coordinate. Una possibilità per dare visibilità al territorio, a livello nazionale ed internazionale, è certamente quella di sviluppare il cinema in Molise.

Chiarissimi esempi di territori che hanno puntato con successo sulla settima arte sono un po’ ovunque: dal Piemonte all’Umbria, al Trentino, per non parlare di due regioni molto più vicine quali la Puglia e la Basilicata.

La ricaduta sul territorio dello sviluppo del settore cinematografico è ormai dimostrata anche da un punto di vista strettamente economico: alcuni studi dimostrano che ogni euro destinato al cinema consente una crescita in leva di tre/cinque volte il capitale investito. Talvolta, lavorando bene, si riesce a fare anche di meglio: è il caso della Regione Puglia. Secondo i dati di Borsa Italiana, la ricaduta economica collegata agli investimenti di Apulia Film Commission, sfiora le nove volte, rispetto ai capitali erogati per le produzioni audiovisive: a fronte di 11 milioni di euro destinati al settore, si stima una ricaduta economica, compreso l’indotto di circa 90 milioni!

Perché si possa raggiungere l’obiettivo dello sviluppo del settore audiovisivo, è necessaria una puntuale programmazione da parte degli enti pubblici, in primis la Regione, e di tutti gli operatori del settore.
Il vantaggio dello sviluppo della filiera cinematografica è certamente trasversale a molti campi e potrebbe offrire un’importante crescita economica e occupazionale anche agli ambiti apparentemente meno legati al cinema.
Un settore su cui puntare, con attenzione e competenza, per vedere crescere veramente l’economia del territorio.

Francesco Vitale55 Posts

È nato a Campobasso nel 1981. Laureato in Giurisprudenza, è Consulente Finanziario dal 2006 e abilitato all’esercizio della professione forense dal 2008. Opera nel settore culturale sin da giovanissimo con la compagnia teatrale “Maschere Nude - Amici del teatro Pirandelliano” e dal 2012 si occupa di produzioni teatrali e cinematografiche con INCAS Produzioni, fondata con William Mussini e Roberto Faccenda. È autore del libro “Ciak in Molise” (ed. Gump, 2020), in cui affronta il tema delle potenzialità del settore cinematografico in Molise.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password