Storie e leggende attraverso le graphic novel

di Francesco Vitale

La valorizzazione territoriale e lo sviluppo del settore turistico passano certamente per la conoscenza della storia e la cultura di una regione. 
Tradizionalmente la pubblicazione di libri, l’audiovisivo (sotto forma di documentari o di film) e i convegni sono le modalità più funzionali alla diffusione della cultura, ma altre opere divulgative possono avere parimenti una grande efficacia.

Un esempio è il fumetto, sempre più sviluppato come vero e proprio genere letterario e non solo una questione per ragazzi o per bambini, come vorrebbe l’immaginario comune. Due graphic novel pubblicate negli ultimi anni sono pensate per promuovere e far conoscere la storia e le leggende del Molise: le opere di Giovanni De Micheli “Fonzo et Delicata – Amore, guerra e pace nella Campobasso del XVI secolo”, pubblicata nel 2014, e “La leggenda di Re Bove” del 2017, entrambe edite da Palladino Editore.

Il primo romanzo a fumetti narra le vicende legate ai due giovani amanti della Campobasso del Cinquecento, Delicata Civerra e Fonzo Mastrangelo, esponenti delle due congreghe in contrasto fra di loro. Per la realizzazione di questa graphic novel, l’autore ha studiato con incredibile puntualità la struttura della città all’epoca dei fatti, i dettagli del Castello Monforte, i particolari delle strade, offrendo al lettore un vero e proprio salto nella storia. Gli eventi narrati sono ripresi dalle fonti tradizionali della leggenda campobassana, su tutte la pubblicazione di Michelangelo Ziccardi “La pace” del 1876.

Altra affascinante leggenda, utile alla valorizzazione dei luoghi di culto del Molise, è la storia del Re Bove, raccontata da De Micheli in un’altra pubblicazione a fumetti. Il leggendario personaggio avrebbe costruito in una sola notte cento chiese, facendosi corrompere dal demonio, salvo poi pentirsi, lasciando così in eredità al Molise una rilevante quantità di chiese romaniche.

Anche in questa pubblicazione il fumettista pone grandissima attenzione ai dettagli delle chiese in cui è ambientata la storia: su tutte la bellissima Santa Maria della Strada di Matrice!

Le due opere a fumetti hanno avuto, peraltro, uno sviluppo ulteriore per la loro divulgazione, diventando rispettivamente  punto di partenza per un film animato e per uno spettacolo teatrale. La graphic novel animata su Fonzo e Delicata è fruibile gratuitamente sul web, con la colonna sonora di Antonio Di Iorio, musicista di origine campobassana, dalla consolidata esperienza da compositore per il cinema, da qualche anno attivo nelle produzioni hollywoodiane.

Ugualmente affascinante l’evoluzione de “La leggenda di Re Bove”, diventato uno spettacolo teatrale: una lettura scenica, curata da “Cuore Non Mente”, accompagnata dalla musica dal vivo e dalla proiezione delle tavole dei fumetti.

Il fumetto che diventa cinema e teatro: la commistione dei vari generi di arte rappresenta il modo più efficace di diffondere e promuovere le storie, le leggende e la cultura…

Francesco Vitale78 Posts

È nato a Campobasso nel 1981. Laureato in Giurisprudenza, è Consulente Finanziario dal 2006 e abilitato all’esercizio della professione forense dal 2008. Opera nel settore culturale sin da giovanissimo con la compagnia teatrale “Maschere Nude - Amici del teatro Pirandelliano” e dal 2012 si occupa di produzioni teatrali e cinematografiche con INCAS Produzioni, fondata con William Mussini e Roberto Faccenda. È autore del libro “Ciak in Molise” (ed. Gump, 2020), in cui affronta il tema delle potenzialità del settore cinematografico in Molise.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password