NOTEBOOK di Giuseppe Tabasso

Se vaccinarsi è un atto eroico – È stato bello vedere nei centri vaccinali  centinaia di bambini attendere giudiziosamente, perfino gioiosamente il loro turno. A ragione l’Asrem si vanta del successo ed elogia “i bimbi coraggiosi che hanno dato una lezione di senso civico a tutti”. Tanto da essere addirittura premiati con “Attestati di coraggio”.

Benissimo plaudire al senso civico, farne però una questione di coraggio con relativo attestato è un errore marchiano che finisce non solo col disconoscere il senso civico, ma col fornire ai No-Wax ragioni sulla pericolosità del vaccino. A meno che l’Asrem non rilasci attestati anche a bambini vaccinati contro morbillo, difterite, poliomielite, tetano, ecc.

 

Candidate prêt-à-porter – Candidare delle donne in quanto donne pare ormai un gioco di società politica, come se la carica dovesse essere assegnata secondo una turnazione fra categorie. Così un consigliere 5 Stelle ha proposto che i tre delegati regionali da inviare a Montecitorio per l’elezione del Capo dello Stato siano appunto tre donne, invece che Toma, Micone e uno dell’opposizione come da requisito costituzionale.

Quasi sempre, più che riconoscere il valore aggiunto della donna, proposte del genere risultano soprattutto mirate a far fuori avversari uomini. Tuttavia la proposta 5Stelle non va affatto archiviata, anzi da oggi in poi va tenuta al caldo per le prossime elezioni regionali. Solo allora potremo verificare la serietà o la pelosità di cotanto fervore femminista.

 

Progetti per il futuro – Silvio Berlusconi vuole partecipare ad ogni costo al Gran Ballo del Colle, mentre Sergio Mattarella dice che ha già dato e non vede l’ora di tornare alle sue amate letture. L’attuale Capo dello Stato vuole ritirarsi a vita privata per chiudere il suo settennato a 80 anni. L’aspirante Presidente Bunga Bunga (85 anni) vorrebbe abitare al Quirinale fino a 92 anni. Non gli bastano le sue tante ville sparse in tutto il mondo

Giuseppe Tabasso235 Posts

(Campobasso 1926) ha un nipotino, due figli e una moglie bojanese, sempre la stessa dal 1955. Da pianista dilettante formò una band con Fred Bongusto. A suo padre Lino, musicista, è dedicata una strada di Campobasso. Laureato in lingua e letteratura inglese, è giornalista professionista dal 1954. Nel 2018 è passato dall’Ordine dei Giornalisti del Lazio a quello del Molise per terminare la carriera dove l’ha iniziata. Ha lavorato in vari quotidiani e periodici (Paese sera, Corriere lombardo, Ore 12, L’Europeo, Annabella, Gente, Radiocorriere). Inviato di politica estera per il GR3 della RAI, ha lavorato a Strasburgo come redattore parlamentare, a New York presso la Rai Corporation, nelle sezioni italiane della BBC a Londra e della Deutschland Funk a Colonia. Pubblicazioni: Il settimanale con Nello Ajello (Ediz. Accademia, Roma 1978); Facciamo un giornale (Edizioni Tuttoscuola, Roma 2001); Il Molise, che farne? (Ed. Cultura & Sport, Campobasso 1996); Post Scriptum, Prediche di un molisano inutile (Bene Comune Edizioni 2006), Gaetano Scardocchia, La vita e gli scritti di un grande giornalista (2008), Moliseskine (Bene Comune Edizioni, 2016). Per le stesse Edizioni è in corso di pubblicazione Fare un giornale, diventare giornalisti, Manuale di giornalismo per studenti, insegnanti e apprendisti comunicatori.

0 Comments

Lascia un commento

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password